L’orto di Casa Lerario


Pubblicato il: 18 Aprile 2015



In Casa Lerario, a Melizzano in provincia di Benevento, si respira aria di buono e mentre in cucina c’è uno chef che si diletta tra ricette antiche, citazioni teatrali, richiami di fanciullesca memoria, nell’orto di casa si scelgono tutte le erbe aromatiche , le insalate, le verdurine che come sempre qui, in Casa Lerario, vengono utilizzate per deliziare gli ospiti.
Oggi, per il nuovo appuntamento del ciclo 8rto x 4uattro ideato da Laura Gambacorta e Gianpiero Prozzo, a cimentarsi ai fornelli c’è Eduardo Estatico chef del JK Place di Capri che oltre a un ragù napoletano lasciato cuocere anzi , per dirla alla napoletana, lasciato “pippiare” per ore ed ore, ha preparato un dessert che è da solo un tuffo nel passato, nei ricordi dell’infanzia, nelle tradizioni popolari spesso portate alla ribalta dalle commedie eduardiane. Sarà forse per il nome che porta, ma lo chef Estatico qui a Casa Lerario ha quasi reso omaggio al celebre Eduardo de Filippo con la sua personalissima reinterpretazione dell “zuppa di latte” col caffè.
Come spesso accade, mentre Romano dalla Montà è impegnato in cucina a scoprire i segreti dello chef, Serena Bernardo va a curiosare in giro e, in compagnia di Pietro Lerario, ci fa conoscere l’orto di casa e le stanze piene di antichi ricordi e oggetti d’epoca, pronte ad accogliere chi , in Casa Lerario, dovesse decidere di trascorrere anche un week end.



<span class="empty"> </span>

<span class="empty"> </span>

<span class="empty"> </span>

<span class="empty"> </span>